ALIENANTE NON E'

MMOSTRA ARTISTICA E FOTOGRAFICA DI GIOVANNI ROGOLINO E GABRIELE BARBERIS DAL 21 AL 30 LUGLIO 2017
Giaveno (TO)

Organizzatore: COMUNE DI GIAVENO

Email: causasandra@giaveno.it

#

Date


Questa locandina è stata cliccata: 335 volte!

 

 

 

 

 

CITTA’ DI GIAVENO

CITTA’ METROPOLITANA DI TORINO

STAFF DEL SINDACO

UFFICIO STAMPA

per diffusione immediata                                                                                             COMUNICATO

del   14 Luglio 2017

 

ALIENANTE NON É

MOSTRA ARTISTICA E FOTOGRAFICA

DI GIOVANNI ROGOLINO E GABRIELE BARBERIS

DAL 21 AL 30 LUGLIO 2017

 

 

Cogliere l’attimo,  vivere  facendosi prendere da quello che è la vita e trovare modo, via, arte per esprimerla.

 

Spaccato sintetico  per  presentare due giovani artisti  originari di Giaveno  e la loro mostra artistica e fotografica dal titolo “ Alienate non è”,  ospitata dal 21 al 30 luglio  nei locali comunali di via XX Settembre  nell’ambito dell’Estate Giavenese.

 

L’esposizione  composta da 15 quadri di Giovanni Rogolino e da 17 foto di Gabriele Barberis, è incentrata sul connubio tra arte e natura utilizzate come via d'evasione da questa realtà alienante priva di moralità.

"La vita è breve, l'arte vasta, l'occasione istantanea, l'esperimento pericoloso, il giudizio difficile." Vorremmo lasciare questo aforisma di Ippocrate  -   dichiarano gli artisti -  come descrizione della nostra mostra perché non contempliamo l'idea di dover spiegare in modo didascalico cosa andremo ad esporre... ci piacerebbe essere noi stessi a guidare chi verrà a vedere la mostra, perché ogni emozione è prettamente personale e deviare l'immaginazione con una descrizione ci limita nell’esprimerci”

Per Edoardo Favaron,  Consigliere delegato alla Cultura “La mostra di Giovanni Rogolino e Gabriele Barberis è un’importante occasione per valorizzazione e far conoscere due artisti che vivono e lavorano sul territorio  e dotati, nonostante la giovane età, di una visione artistica matura e stimolante, a dimostrazione di come Giaveno sia sempre più una città dal crescente e incessante fermento culturale. E' un privilegio quindi arricchire le proposte estive dell'Assessorato alla Cultura con un’esposizione inedita e originale nel suo connubio tra pittura e fotografia, tra colori e bianco e nero, tra realismo e immaginazione. Quella di Rogolino e Barberis è una mostra che ha il grande pregio di far riflettere e di scatenare emozioni, inducendo ad andare oltre le apparenze per avvicinarsi a una concezione dell’arte in perfetto e perenne equilibrio tra concreto e astratto. Invito il pubblico a partecipare numeroso a un appuntamento imperdibile, trainato dall’entusiasmo e dalla genuina passione di due artisti di grande talento, che sono certo sapranno far parlare di sé e delle loro opere”.

La mostra  sarà inaugurata venerdì 21 luglio 2017 alle ore 18.30 e sarà visitabile venerdì, sabato e domenica  dalle ore 14.00 alle ore 22.00.

 

Biografie:

Giovanni Rogolino, in arte Frogolo, nasce a Giaveno il 27 ottobre 1986.
Frogolo, nome che l’artista si è dato sentendolo proprio, deriva dalle numerose storpiature del suo cognome avvenute negli anni. Sin dalla tenera età mostra un’esuberante indole artistica e negli anni coltiva la sua grande passione, la scrittura di poesie, canzoni e testi teatrali con l'hobby del disegno. A partire dal 2015, vedendo i suoi lavori pittorici apprezzati dal pubblico, fa di questo hobby un’attività più pregnante nella sua vita ed approfondisce da autodidatta varie tecniche artistiche, sperimentando con colori e materiali differenti. A dicembre 2015 espone per la prima volta le sue opere in Giaveno. Artista poliedrico, Frogolo realizza le sue opere con qualsiasi materiale gli passi sotto mano, seguendo l’estro del momento: passa dalle tempere agli acquerelli, dallo stucco alla cartapesta, dai fogli di giornale al legno, avvalendosi di spatole, spugne, pennelli, pezzi di legno o delle sue stesse mani. L’artista  utilizza una tecnica mista, dove la pittura e la scultura si fondono in un unicum. Frogolo realizza  tele sulle quali figure astratte prendono forma con la cartapesta, autoprodotta, per poi essere dipinte con colori sgargianti, principalmente primari. Ama poi dare nuova vita ad oggetti di uso comune come pezzi di mobilio, mensole e ombrelli, oppure realizzare pezzi artigianali come ciondoli completamente realizzati a mano senza avvalersi di stampi.


Gabriele Barberis nasce a Giaveno il 23/07/1988 e nel 2013 si iscrive al Circolo Fotografico il Mascherone per conoscere vecchi e nuovi soci confrontandosi e chiedendo consigli su come migliorare alcuni aspetti tecnici della fotografia. Nel 2014 prende parte al corso dove si analizzano le basi e la composizione della fotografia. Nel 2014,2015,2016 espone alcune fotografie nella mostra annuale del Circolo fotografico Il Mascherone.  Per lui la fotografia è un hobby stimolante e creativo con cui si può giocare con la regola dei terzi e qualche volta stravolgere le carte in tavola.


Conosci questa manifestazione ? La consigli ?


Mappa di Giaveno (TO)


SagrePiemonte declina ogni responsabilità riguardo quanto pubblicato dagli Organizzatori. Non è responsabile di eventuali cambi di programma, orari o annullamento della manifestazione in oggetto. Per informazioni e conferme contattare direttamente l'Organizzatore all'indirizzo email specificato.